Estratto di caffè

Per conservare tutto l'aroma ed il sapore del caffè, utilizziamo caffè liofilizzato in piccoli grani immediatamente solubili.

L'ingrediente

Il caffè liofilizzato si ottiene con la tecnica della liofilizzazione o freeze drying, termine inglese che lascia intuire bene il tipo di trattamento. Dal caffè, prima tostato e macinato, si ricava un estratto liquido, con un procedimento simile al funzionamento della nota Moka italiana. Il liquido, un vero e proprio caffè, viene concentrato tramite parziale evaporazione dell'acqua, poi congelato sotto vuoto, infine liofilizzato, cioè privato completamente dell'acqua.
I pregi del caffè liofilizzato sono molti. Intanto la tecnica freeze dry è l'unico sistema di essiccazione che non sfrutta alte temperature e che quindi consente di mantenere praticamente intatti gusto e proprietà degli alimenti, nel caso del caffè, sapore e aroma. Essendo immediatamente reidratabile è facilmente solubile, inoltre non richiede conservanti.

Qualità e selezione Kinder

Kinder utilizza caffè liofilizzato in piccolissime percentuali e solo in Kinder Colazione Più, per dare a questa ricetta quell'amabile retrogusto così adatto alla colazione del mattino. Si tratta, in ogni caso, di una quantità trascurabile ai fini degli effetti fisiologici che la caffeina è in grado di produrre sull'organismo, inferiore al 5% della soglia minima individuata dall'European Food Safety Authority (EFSA).
Nonostante le piccole quantità, l'attenzione con cui viene scelto questo ingrediente è sempre grande. Intanto la materia prima: solo caffè della varietà Arabica proveniente dal Sud America, la specie di caffè con meno caffeina, meno amara e più aromatica. E, soprattutto, solo fornitori che utilizzano la tecnica freeze dry.

Scegli un ingrediente

Cacao
Latte
Nocciole
Miele
Cereali
Uova
Cocco
Grassi e oli
Zuccheri
Estratto
di malto
Lievito
di birra
Agenti
lievitanti
Emulsionanti
Aromi
Succo di
limone
Addensante
Agenti di
rivestimento
Sale
Umidificante